• Innova Impresa, intervista

Abbiamo intervistato il Sig. Walter Cortiana responsabile commerciale di 3C CATENE  SRL, azienda che parteciperà con entusiasmo a Innova Impresa 2018.

 

Ricordiamo che l’evento si terrà il 27 Settembre al Business Centre del Centro Direzionale Milano2, Palazzo Canova 4° Piano, Segrate.
La giornata sarà interamente dedicata all’innovazione digitale e ai nuovi modi di fare impresa nell’era del 4.0, grazie al supporto di speaker di spessore e tantissime aziende sponsor. Si avrà inoltre la possibilità di avere incontri one to one con i relatori, fare networking e partecipare a interessanti attività come la Escape Room 4.0.

 

Per partecipare acquista qui i tuoi biglietti ma affrettati i posti rimanenti sono veramente pochissimi.

 

 

Team Innova Impresa: “Buongiorno Sig. Cortiana e grazie per la sua disponibilità”

 

Walter Cortiana: “Buongiorno e grazie a voi”.

 

Team: “Bene, direi di cominciare: Ci parli della vostra attività ed in generale della storia che l’ha contraddistinta: Cos’è Catene3c? Di cosa si occupa? E che tipo di servizi offre.

 

Walter: “3C CATENE è un’azienda artigiana alla seconda generazione, creata da nostro padre Giampietro nel 1973 insieme a due soci e condotta oggi dai suoi due figli, Walter e Luca Cortiana. Specializzati nella produzione di catene in metallo di piccole dimensioni, oggi siamo il maggiore produttore nazionale di questo tipo di catena.
Nel corso degli anni ci siamo trasformati : da semplici subfornitori che fornivano il prodotto semilavorato ad altri catenifici siamo oggi un’azienda con un proprio marchio e con la capacità di poter vendere indistintamente sia in Italia che all’estero. La quota export attuale è pari ad un 24% circa.

 

La nostra forza principale è la capacità di fabbricarci direttamente macchinari e attrezzature per la produzione della catena da 1,30 a 3,90 mm di diametro. Questo ci permette di essere estremamente competitivi nel rapporto qualità prezzo oltre che di governare la qualità e l’affidabilità del processo produttivo per offrire al mercato catene con caratteristiche tecniche dichiarate e garantite di qualità superiore a quella della concorrenza. Inoltre nel corso degli anni abbiamo migliorato tecnologicamente e ampliato il nostro parco macchine che oggi produce 35.000 mt al giorno di catena con una qualità costante dalla prima all’ultima maglia. La nostra filosofia aziendale parte dal rispetto dell’ambiente e della salute e sicurezza dei nostri lavoratori e vogliamo essere un partner stabile e affidabile per i nostri clienti per un successo reciproco invece di limitarci alla pura fornitura di catene.

 

 

Siamo in grado di personalizzare tutti i nostri prodotti sia per le dimensioni delle catene che per metrature e packaging. Possiamo fornire direttamente anche gli articoli pronti per essere utilizzati, in spezzoni di catena della lunghezza desiderata
con minuterie assemblate”.

 

Team: “Cosa sta ad indicare per voi il concetto di innovazione, argomento principale di Innova Impresa ed in che modo si collega alla vostra attività?”

 

Walter: ” Il concetto di innovazione ha più significati ed è una parola molto “di moda” di questi tempi. Personalmente mi piace pensare al concetto di innovazione prima di tutto come ad un approccio mentale e culturale. Mi spiego meglio: spesso quando si pensa all’innovazione ci si riferisce all’ammodernamento tecnologico di un prodotto o di un processo. Verissimo, però se si producono cellulari o computer è chiaro a tutti che l’innovazione deve essere il punto di partenza e il riferimento della propria attività, per progredire e offrire sul mercato prodotti e servizi sempre nuovi e più performanti. Quando però si parla di una piccola azienda artigiana che produce un prodotto “normale” allora le cose si complicano un pochino. Come poter fare innovazione in queste condizioni?

 

Pertanto qualche anno fa io e mio fratello ci siamo guardati dentro di noi e nella nostra attività per capire come avremmo potuto, non solo rimanere sul mercato, ma addirittura crescere in un contesto economico sempre più difficile e competitivo, soprattutto se si produce un prodotto che oramai per tanti viene considerato una semplice “commodity” dove il prezzo è la leva di marketing più importante.

 

A livello produttivo siamo sempre stati bravi a produrci i macchinari per la produzione delle catene con le relative attrezzature; quello che ci mancava era una visione all’esterno per capire quello che il mercato offriva sia in termini di materiali innovativi che per l’elettronica, informatica e tecnologia che potesse essere abbinata alla nostra esperienza meccanica. Il punto di svolta del nostro processo di innovazione però è stato sicuramente l’ingresso nella realtà associativa di Confartigianato. Il vivere quotidianamente l’associazione, indipendentemente dalle cariche che negli anni personalmente ho ricoperto, ci ha permesso di confrontarci con colleghi imprenditori e con consulenti di settore, di partecipare a svariati percorsi di formazione crescendo quindi prima come imprenditori e di riflesso far crescere anche l’azienda.

 

Credo fermamente infatti che l’innovazione debba partire da una cultura e visione imprenditoriale forte e chiara, con la passione e la voglia di crescere professionalmente e di fare con cura il proprio lavoro. Il nostro obiettivo di innovazione è da sempre quello di arrivare a tradurre in concreto le idee in progetti specifici con lo scopo di creare nuovi articoli, migliorare quelli già esistenti, rendere più performanti i processi produttivi ed organizzativi con la tecnologia esistente per ridurre i costi e aumentarne le performances. Ma è anche quello di sviluppare nuovi canali di vendita e nuovi mercati, di fare rete con altre azienda per ottenere traguardi difficilmente raggiungibili individualmente, di creare un’organizzazione efficiente che non sia sulle spalle unicamente dei due soci ma che renda protagonisti anche ogni singolo dipendente.

 

L’innovazione in pratica si può dire che non sia un’opzione ma una scelta obbligata per restare sul mercato con successo. Nel mondo economico attuale infatti non basta mantenere gli standard del passato perché è come rimanere fermi e guardare gli altri che ti sorpassano.”

 

Team: “Avete aderito con entusiasmo ad Innova Impresa 2018. Da cosa è stata dettata questa scelta e cosa vi aspettate da tale esperienza?”

 

Walter: “Innanzitutto la segnalazione dell’evento mi è arrivata da un consulente che conosco e che stimo e quindi l’ho presa subito in considerazione. Leggendo poi le tematiche dell’evento ho notato il focus sul digitale e ho pensato che una giornata di
riflessione, al di fuori dell’ordinarietà del lavoro quotidiano, potesse darmi qualche spunto e qualche nuova idea da applicare nell’immediato o in futuro nella nostra azienda.

 

E’ importante fermarsi ogni tanto e uscire dalla routine professionale : spesso le migliori idee vengono proprio in quei momenti….
Non ho aspettative particolari se non quella di lasciare aperta la mia curiosità professionale e ascoltare quello che gli esperti racconteranno al convegno. Vedremo quel che succederà.

 

Team: “Perché partecipare ad Innova Impresa? 3 buoni motivi per i nostri lettori.”

 

Walter: “Per accrescere il livello culturale sull’innovazione digitale e capire se e quanto potrà essere applicata nel proprio modello organizzativo.

Per fermarsi un attimo uscendo dalla routine quotidiana e lasciare lo spazio all’ascolto e a nuove idee che potrebbero tradursi in progetti di successo

Per conoscere nuovi mondi, nuove persone, per creare relazioni e magari qualche futura partnership di successo.”

 

Team: “Bene, la ringrazio per la disponibilità e ci vediamo a Innova Impresa il 27 Settembre.”

 

Walter: “Grazie a voi a presto.”

 

Non dimenticate che i biglietti sono in rapido esaurimento. Per assicurarsi un posto prima del sold out potete trovare qui i vostri biglietti.

    Leave A Comment